Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

21/07/2010
Gli investimenti dell'A.R.A.L. sull'impianto smaltimento rifiuti a Castelceriolo.

L'A.R.A.L. s.p.a ha effettuato, dal novembre 2008 ad oggi, importanti investimenti finalizzati ad una migliore gestione operativa degli impianti di trattamento dei rifiuti, ma soprattutto alla salvaguardia dell'ambiente circostante ed alla diminuzione delle emissioni in atmosfera per ridurre al minimo i miasmi e gli odori sgradevoli.

"Presentiamo oggi i risultati degli investimenti che l'azienda ha effettuato e che hanno consentito di ottenere importanti risultati per la funzionalità degli impianti e la salvaguardia dell'ambiente, migliorando decisamente le condizioni in cui versa la zona - ha dichiarato il direttore dell'A.R.A.L. s.p.a., Piercarlo Bocchio -. Nell'area dell'ex-discarica di Castelceriolo è stato realizzato un nuovo impianto per il trattamento dei rifiuti indifferenziati con produzione di C.D.R. che permette di riversare tutti i rifiuti che giungono all'impianto all'interno di fosse al chiuso e dotate di biofiltro, al contrario di quanto avveniva in precedenza, quando i rifiuti erano, invece, scaricati a terra e lavorati a portoni aperti con conseguenti emissioni maleodoranti in atmosfera. Il costo dell'investimento è stato pari a € 2.106.449.

Per lo stesso motivo abbiamo realizzato la copertura della pressa VM2000 per il trattamento dell'umido, in adempimento alle prescrizioni provinciali. Il costo complessivo dell'intervento ammonta, in questo caso, a circa € 400.000.

I capannoni adibiti alla maturazione della Frazione Organica Stabilizzata (F.O.S.) sono stati adeguati mediante un impianto di insufflazione d'aria con canalette a pavimento e sono stati tutti dotati, inoltre, di biofiltri per il recupero dell'aria maleodorante. Il costo dell'investimento è stato di circa € 360.000.
Infine ammonta a € 105.000 il costo per la costruzione di tre tettoie per la linea di pressatura della carta e del cartone.

tiamo procedendo, poi, alla bonifica, come da norma, della sponda Sud dell'impianto di discarica che aveva presentato un cedimento strutturale per un costo complessivo, fino ad ora, di circa € 300.000".

"Questi interventi - aggiunge il presidente dell'ARAL, Fulvio Cellerino -, rientrano in una logica di ottimizzazione degli impianti e di più puntuali adeguamenti alla normativa di settore, il tutto nell'ottica di espandere anche economicamente, l'attività generale dell'azienda".

"Questo impianto di smaltimento e selezione - conclude il sindaco, Piercarlo Fabbio -, è un piccolo gioiello tecnologico, uno dei pochi in Italia a questo livello. Ci consente di capire come orientare la raccolta differenziata che i concittadini svolgono nelle loro abitazioni. Del resto ho sempre affermato che l'ultimo anello della catena è il lavoro del cittadino. Qualcuno ha pensato fosse il primo, di fatto impedendo una qualità alta nella raccolta differenziata. Purtroppo parliamo troppo di quantità e troppo poco di qualità, ma è del tutto inutile, tanto per fare un esempio, raccogliere enormi quantità di plastica, se poi questa risulta impura e quindi non ritirabile dai centri di raccolta. Il nostro impianto, da questo punto di vista, ci consente - oltre a svolgere un grande lavoro di selezione e produzione - di indicare al cittadino di cosa abbiamo bisogno e quindi di fornire particolari raccolte ".




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.