Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

24/09/2010
Alessandria, siglato il protocollo d'intesa per il progetto "Città Futura".

È stato firmato questa mattina, in Sala Giunta, il Protocollo di Intesa fra Comune di Alessandria e Ageing Society Onlus - Osservatorio Terza Età per il progetto 'Città futura' alla presenza del sindaco, Piercarlo Fabbio, degli assessori Serafino Vanni Lai, Franco Trussi, Gabrio Secco e Ugo Robutti, del direttore dell'Area Amministrativo Organizzativa, Rosella Legnazzi, di quello dell'Area Sviluppo Territoriale ed Economico, Enrico Pelizzone, e del presidente di Ageing Society - Osservatorio Terza Età, Emilio Mortilla.

Il sindaco ha sottolineato come questo Protocollo di Intesa dia inizio al percorso di un'iniziativa, di tipo privato ma in stretta correlazione con il Comune di Alessandria, che riguarda esplicitamente la Terza Età ma non solo e che ha l'obiettivo di costruire "un villaggio, una parte di città orientata ad affrontare le esigenze degli anziani".

"Per il momento non è ancora stata individuata puntualmente l'area dell'intervento - ha continuato il sindaco - ma essa andrà collegata all'attuale città, magari in quella sua parte nascente che proporrà nuovi presidi. Noi siamo particolarmente interessati alla firma di questo Protocollo e a seguire, come regia, il progetto perché riteniamo particolarmente interessante questa diversa interpretazione del concetto di anziano che lo mette in correlazione con il mondo che lo circonda".

Emilio Mortilla ha, quindi, presentato l'attività di Ageing Society - Osservatorio Terza Età, organizzazione sociale che opera da 11 anni nello studio dell'impatto di quello che ha definito "lo tsunami dell'invecchiamento" sulla società: "È un fenomeno cui non eravamo pronti. Impegnati da sempre a difendere la procreazione ed il lavoro, ci troviamo, ora, in una condizione con un numero sempre maggiore di persone che non procreano e non lavorano. Dal 1999, in Italia, il numero degli over 65 supera quello degli under 20. Nel 2050 i primi rappresenteranno il 35% della popolazione e, per questo, occorre trovare nuovi istituti poiché non c'è spazio che non risenta di questa condizione e le risorse non sono adeguate a bisogni così crescenti".

L'organizzazione ha elaborato un progetto basato su due punti fondamentali - non si possono tenere tutti gli anziani in strutture quali le case di riposo e non si possono ospedalizzare tutti quelli con patologie croniche - e sull'impegno di favorire la solidarietà intergenerazionale.

"Per realizzare questo - dice Mortilla - bisogna, innanzitutto, pensare a soluzioni abitative capaci di adeguarsi alle esigenze del neonato e dell'anziano poiché la casa è un bene che si tramanda fra generazioni. Prima si facevano le case e poi, forse, i servizi: ora occorre ribaltare il concetto, soprattutto in considerazione di un contesto di 'urbanizzazione selvaggia', fenomeno che vede il progressivo, tumultuoso, insediamento che mette in crisi il sistema sociale (degrado, problemi di sicurezza, ...) nelle periferie".
"Per questo - continua il presidente di Ageing Society - occorre pensare a insediamenti 'chiusi', con un numero definito di abitanti e con servizi all'interno che garantiscano sicurezza e assistenza".

Il progetto e la relazione tecnica sviluppati da Ageing Society hanno subito trovato l'interesse del Comune di Alessandria che ha dimostrato, come ha sottolineato Mortilla, "di avere sensibilità non solo per il presente e di sapere 'leggere' e progettare il futuro".
"Con la firma odierna - ha concluso - si alza la bandiera dello start di un percorso, che non sarà semplice ma sarà virtuoso, per la definizione, per la prima volta in Italia, di un modello di insediamento urbano in cui al centro ci siano i bisogni e, intorno, le persone".




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.