Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

27/10/2010
Borse di studio universitarie: priorità ai piemontesi

La Regione finanzierà con borse di studio solo gli studi degli universitari piemontesi.
L’anticipazione del presidente Roberto Cota, secondo cui deve essere la Regione di provenienza a farsi carico dei contributi da assegnare a chi arriva da fuori Piemonte, è stata confermata dall’assessore all’Istruzione, Alberto Cirio: “Se i soldi sono pochi, prima dobbiamo garantire il diritto allo studio dei piemontesi.
Sulle borse di studio universitarie il presidente ha posto un problema reale e ha invitato ad una giusta riflessione nell’interesse di tutti i giovani studenti che risiedono in Piemonte. In periodi di grande ristrettezza economica è infatti doveroso che ogni Regione si faccia carico prioritariamente dei diritti dei propri residenti, e il diritto allo studio è uno dei più importanti”.

"Sono poco più di 10.000 - aggiunge Cirio - gli studenti che usufruiscono delle borse di studio, per un totale di 25,5 milioni erogati dalla Regione.
E quasi la metà, 11 milioni, serve a finanziare 3.942 borsisti residenti in altre regioni, in proporzione molto più di quanto va agli altri borsisti piemontesi. Il presidente Cota ha più volte ribadito che i fondi per il diritto allo studio verranno garantiti, ma è evidente che in un contesto economico difficile come quello che stiamo attraversando, non possiamo non porci il problema delle priorità con cui gestire le poche risorse disponibili. È giusto chiedere alle Regioni di appartenenza degli studenti fuorisede che ci aiutino a pagare le spese necessarie a farli studiare in Piemonte, e questa richiesta la porterò personalmente a Roma nella prima seduta di novembre della Conferenza Stato-Regioni. Siamo consapevoli che gli studenti fuori sede possano rappresentare un interesse economico per il territorio, ma questo non può essere fatto a scapito del diritto allo studio dei nostri residenti in Piemonte che saranno sempre la nostra priorità”.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.