Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

24/11/2010
Con l’Innovation voucher le idee diventano realtà.

Rendere un’idea innovativa una realtà imprenditoriale di successo diventa più facile con l’Innovation voucher, nuova e importante misura del Piano straordinario per l’occupazione relativa ad uno strumento che viene applicato in Piemonte per la prima volta.

Per idee innovative si intendono quelle proposte che puntano a realizzare nuovi prodotti, processi o servizi, oppure l’innovazione dei processi di organizzazione, produzione e distribuzione di prodotti o servizi che sono già presenti sul mercato.

Il voucher consiste nell'erogazione di un contributo a fondo perduto concesso, a seconda della natura dei beneficiari, con queste modalità: per le persone fisiche coprirà il 70% dei costi ammissibili fino a un massimo di 10.000 euro, che diventano 20.000 se si tratta di liberi professionisti o microimprese; la copertura sarà fino al 50% per le piccole e medie imprese per un importo massimo finanziabile di 20.000 euro.

Le domande dovranno essere inviate dal 1° dicembre al 14 gennaio compilando il modulo telematico reperibile su www.sistemapiemonte.it. La gestione del bando (consultabile su www.regione.piemonte.it/innovazione/bandi-e-attivit.html) è affidata a Finpiemonte.

“L’Innovation voucher - rileva l'assessore allo Sviluppo economico, Massimo Giordano - è un tassello molto importante che mettiamo in campo per rendere il Piemonte un sistema competitivo a tutti i livelli. E' la prima volta che viene attuato in Piemonte, dopo le esperienze positive registrate in altre parti d'Europa, come in Inghilterra e Irlanda. Bisogna riuscire a dare anche al singolo individuo la possibilità di trasformare in impresa una sua brillante idea e questo strumento va proprio nel senso di valorizzare le proposte più innovative, dedicando particolare attenzione alle start up aziendali e alle proposte presentate dai giovani. L'innovazione non deve essere attuata solamente a livello di macro impresa, ma anzi è soprattutto dalle piccole idee che nascono i grandi successi di mercato. E' un potere di straordinario valore, che noi vogliamo stimolare e incentivare perché siamo consapevoli delle grandi potenzialità e professionalità di cui può vantare il nostro Piemonte”.

Dopo la fase di accertamento della regolarità formale della domanda e il possesso dei requisiti per i soggetti che la presentano (che spetta a Finpiemonte), si aprirà la fase di istruttoria di merito, che sarà effettuata da un nucleo tecnico di valutazione composto da rappresentanti della Regione, di Finpiemonte e da almeno un esperto esterno in politiche dell'innovazione. In questo contesto verranno valutate le qualità tecnico/scientifiche e l’originalità dell’idea innovativa, la congruità dei costi e le ricadute sul beneficiario coerenti con la finalità della misura ovvero, fra tutte, rafforzamento e sviluppo di nuove realtà imprenditoriali, propensione all’innovazione, incremento occupazionale atteso da un punto di vista qualitativo e/o quantitativo.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.