Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

10/12/2010
Tutte le novità del servizio ferroviario piemontese.

Investimenti per 280 milioni di euro per l’acquisto di nuovo materiale rotabile, potenziamento dei servizi, miglioramento delle corse soprattutto negli orari strategici sono le principali novità che la Regione offrirà ai piemontesi che usano il treno per i loro spostamenti.

Le linee guida del nuovo accordo con Trenitalia sono contenute in una delibera approvata il 30 novembre dalla Giunta regionale e successivamente illustrata ai giornalisti dal presidente Roberto Cota e dall’assessore ai Trasporti, Barbara Bonino (guarda il filmato).

“Finalmente la Regione interviene in modo sostanziale sull’ormai annosa vicenda del trasporto ferroviario locale”, ha annunciato Cota, che ha poi sottolineato come “i cittadini piemontesi non saranno più lasciati allo sbando. Chi ha governato prima di me negli ultimi tre anni non aveva previsto investimenti sui treni regionali, oltre a non regolamentare i rapporti con Trenitalia. Il nostro intervento invece ha prodotto un contratto ponte con investimenti per 280 milioni di euro per l’acquisto di nuovi treni, un potenziamento dei servizi con novità come la carta Tutto Treno per i pendolari che vorranno utilizzare anche i treni Intercity, e in più un miglioramento per quanto riguarda le corse, con un incremento negli orari strategici. Sono inoltre previste nuove tratte, come la Biella-Milano, molto richiesta. Ci sarà poi un segno tangibile della volontà di rinnovamento attraverso la sostituzione di tutte le coperture dei sedili sui treni regionali entro il giugno del prossimo anno”.

Cota ha poi spiegato le motivazioni che hanno portato ad una nuova messa a gara delle tratte: “La precedente gara è stata revocata da SCR, una revoca tecnica, perché non c’erano le condizioni per farla andare avanti. E dal punto di vista politico, invece, sottolineo come in quel bando fossero messe a gara solo le tratte migliori, lasciando interi territori in una sorta di limbo. La nuova gara d’appalto che abbiamo previsto si farà nel 2011 e lascerà un lasso di tempo congruo a chi la vincerà per potersi approvvigionare dei nuovi treni necessari”.

L’assessore Bonino ha dal canto suo evidenziato che “abbiamo ottenuto uno degli obiettivi prefissati più importanti chiudendo l’accordo con Trenitalia. Un accordo che ci permette di risparmiare 65 milioni di euro e prevede investimenti rilevanti nel rinnovamento del materiale rotabile. Contestualmente abbiamo deciso di cancellare la vecchia gara d’appalto indetta dalla Giunta Bresso. Entro il novembre 2011 verrà indetta la nuova gara, che riguarderà però tutto il territorio piemontese e non solo il 60% come previsto dal bando precedente: noi non vogliamo sacche dimenticate nel nostro territorio. Vogliamo un Piemonte più competitivo, che non viaggi a due velocità. Ma, soprattutto, prima di una gara d’appalto è indispensabile il nuovo accordo, perché l’apertura al mercato sia funzionale ad un reale miglioramento del servizio di trasporto pubblico. Le gare si fanno dopo che è stato messo in sicurezza il territorio”.

Fra i punti cardine dell’accordo, che verrà formalizzato nelle prossime settimane e sarà valido fino al 2016, investimenti nel rinnovamento del parco treni. “Prevediamo 280 milioni di euro di qui al 2014 tra materiale nuovo e revamping - aggiunge Bonino - L’impegno di Trenitalia di sostituire entro giugno 2011 i sedili di tutti i treni delle tratte regionali rappresenta un investimento indispensabile vista la situazione di degrado di molte carrozze, di cui siamo perfettamente consapevoli”.

Infine, il ritorno della carta Tutto Treno (“Raccogliamo così - ha commentato l’assessore - le richieste di molti pendolari: oltretutto, abbiamo voluto abbassarne il prezzo da 150 a 130 euro. Questo perché i costi a nostro giudizio devono essere rivisitati in relazione alla qualità del servizio erogato”) e dei bonus sui ritardi con reatroattività a tutto il 2010.

La liberalizzazione del servizio ferroviario porterà ad un’articolazione della rete in due ambiti: “Sistema Ferroviario Piemonte”, comprendente le province di Novara, Vercelli, Biella, VCO, Cuneo e i collegamenti con la Liguria di Ponente e la Francia, Alessandria, Asti e i collegamenti con Genova, i collegamenti portanti tra le province su rete fondamentale RFI; “Metropolitano”, comprendente le tratte del servizio metropolitano di Torino coperte da Trenitalia e GTT.




Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.