Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

27/12/2010
Piemonte, una nuova idea di Regione.

“E’ cambiata l’idea di Regione. Deve essere un ente che governa, fa le leggi e funzionare i servizi, e non una struttura che promuove attività su tutto l’universo mondo concedendo favori o distribuendo prebende in modo più o meno assistenziale”: il presidente Roberto Cota ha esordito così il suo intervento durante la tradizionale conferenza stampa di fine anno, tenuta il 23 dicembre con il vicepresidente Ugo Cavallera e tutti gli assessori (guarda il filmato)..

Ha poi ricordato in qualche cifra le attività della sua Giunta dal giorno dell’insediamento: 50 sedute durante le quali è stata disposta l’approvazione di 1.309 delibere, 17 disegni di legge, 13 regolamenti. “Per quel che mi riguarda - ha sottolineato - voglio presiedere, come fatto finora, il 100% delle sedute. La mia vuole essere una presenza totale per affermare il mio lavoro, che non è il consigliere regionale. E lo dico subito per evitare cinque anni di altre polemiche, strumentalizzazioni, spreco di inchiostro. La mia presenza in Consiglio è finalizzata ai dibattiti politici o a provvedimenti di particolare interesse”.

“Io e gli assessori lavoriamo con uno spirito di squadra molto forte - ha continuato Cota - che ha permesso di mettere in campo una filosofia di governo che parte dall’esigenza di rilancio del Piemonte ed affronta i temi con lo spirito di programmazione che vuole rispettare gli impegni assunti in campagna elettorale”.

Ripercorrendo questi nove mesi di governo, Cota ha ricordato i principali risultati ottenuti: “Abbiamo cominciato dal lavoro, perché potenziare il turismo enogastronomico va bene ma in Piemonte deve funzionare l’industria, predisponendo il piano straordinario per l’occupazione e quello per la competitività per dare il segnale che il Piemonte che vogliamo ha una vocazione industriale e produttiva. Abbiamo raggiunto con Trenitalia un nuovo accordo sul trasporto ferroviario, che porterà investimenti per nuovi treni e nuovi servizi per i passeggeri, mantenuto l’apertura delle scuole di montagna e garantito il miglio rapporto in Italia tra insegnanti di sostegno e alunni disabili, introdotto in via sperimentale il quoziente familiare nel bando per il sostegno al reddito dei lavoratori in difficoltà, lavorato per costruire le Città della Salute di Torino e Novara. Approveremo nei termini stabiliti di fine dicembre il bilancio di previsione del 2011 e stiamo andando verso un Piano casa che risponde alle esigenze degli operatori del settore”.

Per quanto riguarda la sanità, ha annunciato che “nei prossimi giorni vareremo la riforma dell’organizzazione dei presidi sanitari e del funzionamento delle Asl. Siamo determinati ad eliminare, o almeno ridurre, gli sprechi e garantire servizi efficienti secondo un sistema di rete nell’interesse della gente, e non di alcuni gruppi che usano la sanità per far vedere che hanno potere. E’ una riforma da fare subito, perché ci metterà qualche anno per andare a regime”.

Infine, Cota ha evidenziato “il nuovo spirito di collaborazione tra Regione e Comune di Torino, spirito che non esisteva nella legislatura precedente anche se sindaco e presidente appartenevano allo stesso partito. Adesso, invece, per volontà mia e per volontà di Chiamparino, abbiamo cominciato a collaborare sulla riforma dei trasporti, che non è una cosa da poco, e sulla Città della Salute, per la quale dopo anni è stata individuata l’area ed è stata raggiunta una convergenza di intenti”.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.