Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

26/09/2011
Le novità del regolamento forestale.

Il Piemonte ha un nuovo regolamento forestale, che supera la fitta burocrazia caratterizzante il vecchio complesso di norme redatto dalla precedente amministrazione nel febbraio 2010, origine di ingenti disagi tra gli operatori del settore e tra i proprietari di piccoli appezzamenti, spesso impossibilitati di tenere pulita l’area di loro proprietà se non a costo di dispendiose procedure.

Il lavoro condotto nel corso di questi mesi ha permesso una rivisitazione integrale delle procedure previste per legge, con il risultato di ottenere una impalcatura normativa molto più snella e, soprattutto, di eliminare in gran parte la fitta rete burocratico-amministrativa in eccedenza.

Tra le altre novità spiccano la vigorosa semplificazione dell’iter burocratico necessario per comunicare l’intervento sull’area boschiva, l’innalzamento delle soglie (in termini di superficie dell’area interessata) per quanto concerne l’obbligatorietà di richiesta intervento del tecnico, che dovrà certificare la corretta esecuzione dell’intervento (tale direttiva permette la garanzia del rispetto della legge da parte degli addetti del settore), la semplificazione della definizione delle superfici di intervento. Modifiche importanti anche per le attività di formazione professionale, con l’adattamento di procedure e iniziative alle reali esigenze del comparto.

Infine, se in passato solo i proprietari di aree boschive di area compresa nei 2000 metri quadrati potevano procedere al taglio della legna senza dover affrontare iter burocratici e comunicazioni ufficiali all'ente forestale regionale, adesso la soglia per poter agire senza andare incontro a procedure si è alzata ai 5000 metri quadrati.
Soddisfatto l’assessore regionale all’Agricoltura, Claudio Sacchetto: “Dopo oltre un anno di lavoro abbiamo raggiunto l’obiettivo che ci eravamo posti, vale a dire l’adeguamento del regolamento forestale alle esigenze del settore, che devono coniugarsi in ogni modo alle necessità di ordine ambientale. Le modifiche apportate con il concorso degli operatori interessati consentono al Piemonte di avere un regolamento forestale maggiormente rispettoso di chi in tale ambito opera, ridando dignità ai boscaioli, i quali rappresentano gli unici titolati a discutere e decidere del patrimonio boschivo e della sua gestione. I boscaioli sono coloro che con il bosco vivono e dunque i primi ad aver l’interesse a tutelare i boschi stessi”.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.