Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

04/11/2011
Maltempo, aggiornamento situazione meteorologica in Piemonte.

Tutto il nordovest è sotto l’influsso di intense correnti umide meridionali, che determinano precipitazioni diffuse e persistenti di forte intensità. Sulla nostra regione nelle prime 12 ore di oggi si sono registrate precipitazioni moderate, con valori localmente forti sul settore orientale, dall’alessandrino al biellese. Le precipitazioni sono state nevose a quote superiori ai 1800-2000 m dalla valle Stura di Demonte fino all’Ossola, settori dove a metà mattinata si registravano 20-30 cm di neve fresca. Dalla valle Gesso alla valle Tanaro la quota neve è stata decisamente più alta, oltre i 2700-2800 m. Gli apporti nevosi non sono stati significativi in relazione alla limitata estensione di fasce altimetriche superiori a tale valore.

Il flusso perturbato continuerà a insistere sulla regione apportando precipitazioni che andranno intensificandosi nel pomeriggio a partire dalle zone a ridosso degli Appennini e il basso Alessandrino, dove si sono sviluppati anche fenomeni di tipo convettivo che determinano piogge localmente molto forti. Anche il verbano, l’alto vercellese e il biellese saranno interessati da precipitazioni molto forti con valori cumulati superiori ai 100 mm in 24 ore. La quota neve si porterà fino a 2500 m.La giornata di sabato sarà caratterizzata da precipitazioni continue di forte intensità, con valori più elevati su alessandrino, basso astigiano, novarese, vercellese, verbano, biellese e canavese.Nel pomeriggio i fenomeni tenderanno ad attenuarsi sul Piemonte sudorientale e a interessare anche il basso torinese e cuneese. La quota delle nevicate sarà intorno ai 2500 m. Le precipitazioni nella giornata di domenica saranno ancora forti e diffuse al mattino sui settori nordoccidentali e occidentali della regione (dal biellese al cuneese) e moderate altrove. Un’attenuazione dei fenomeni è attesa dal tardo pomeriggio di domenica.

Nel pomeriggio odierno incremento dei livelli idrometrici in tutti i fiumi della regione. Per la giornata di sabato si prevedono portate di piena che potranno determinare fenomeni locali di esondazione. Nei settori meridionali le piene potranno interessare il fiume Tanaro e i suoi affluenti, mentre sui settori settentrionali potranno esserci situazioni di criticità nelle provincie di Torino, Biella, Vercelli, Novara e Verbania. Nel corso di domenica 6 novembre i fenomeni si estenderanno anche alla provincia di Cuneo. Per quanto riguarda l'attività su versanti, è prevista per le prossime giornate una situazione di generale criticità sulla regione. In particolare, inneschi diffusi di frane superficiali sono attesi nelle aree alpine nord-occidentali, e in particolar modo per le province del biellese e del torinese. Le Alpi meridionali, le aree appenniniche e collinari saranno invece caratterizzate da criticità moderata dovuta a un numero più contenuto di inneschi.Si evidenzia inoltre un'alta probabilità di accadimento per fenomeni torrentizi, da piene improvvise a fenomeni di trasporto in massa, per i piccoli bacini montani delle Alpi centrosettentrionali.

Il Centro Funzionale di Arpa Piemonte sta seguendo in modo costante l’evento in atto monitorando le precipitazioni e gli effetti sul territorio con un presidio h24, in coordinamento con il settore Protezione Civile della Regione Piemonte.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.