Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

09/12/2011
L’educazione finanziaria va nelle scuole.

Divulgare in modo graduale nelle scuole di ogni ordine e grado e nelle agenzie formative del Piemonte, le iniziative di formazione sui temi dell’economia, della finanza e del risparmio è l’obiettivo che si pone il protocollo di intesa firmato il 6 dicembre a Torino da Alberto Cirio e Claudia Porchietto, assessori regionali all’Istruzione e al Lavoro, Filippo Cavazzuti, presidente del consorzio PattiChiari, Francesco de Sanctis, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale e Anna Maria Poggi, presidente della Fondazione per la Scuola della Compagnia di San Paolo.

Il primo esempio di applicazione del documento è stato il successivo incontro intitolato “A scuola di valori: cittadinanza ed economia”, dedicato agli insegnanti di Torino e provincia.

I dati di una recente ricerca evidenziano che l’educazione finanziaria è un’esigenza sociale sempre più avvertita, soprattutto dai giovani. Sebbene il Piemonte presenti un livello di cultura finanziaria di 4,8 su 10 rispetto al valore nazionale di 4,3 ed a quello del Nord Ovest di 4,7, i giovani tra 18 e 34 anni costituiscono la fascia di età con il più basso livello di conoscenze in questo ambito.

Le banche del consorzio PattiChiari metteranno a disposizione delle scuole e delle agenzie formative programmi didattici specifici, disegnati per rispondere alle esigenze di ogni fascia d’età. Per questo diventa essenziale la formazione del corpo docente, generalmente poco preparato ad affrontare questi argomenti con i propri alunni. Regione e Usr favoriranno la programmazione delle attività.

“Finalmente il valore del denaro, del risparmio e dell’etica finanziaria sbarcherà nelle scuole e nelle agenzie formative piemontesi - ha commentato l’assessore Porchietto - Mai come in questo momento è indispensabile insegnare ai nostri figli l’uso consapevole del denaro. L’auspicio è che tutti i Comuni piemontesi si attivino per far aderire le proprie scuole a questa importantissima e lodevole iniziativa”.

“Per quanto queste tematiche possano apparire complicate e difficili - ha proseguito l’assessore Cirio - l’attualità ci ricorda oggi più che mai che è fondamentale imparare a conoscerle per affrontare la nostra vita quotidiana in modo consapevole e anche per proteggerci da brutte sorprese. In questo senso la cosa migliore è sicuramente quella di cominciare dalle fasce più giovani, sensibilizzandole e istruendole in modo pratico con alcune nozioni di economia e finanza che sono certo torneranno utilissime sia nel loro presente da studenti che nel loro futuro da adulti”.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.