Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

13/12/2011
La Regione ricorrerà alla Consulta per le Province.

La Giunta regionale del Piemonte farà ricorso alla Corte Costituzionale contro l'articolo 23 della manovra del Governo, che “di fatto azzera le Province”.

Ad annunciare l’iniziativa è stato il presidente Roberto Cota dopo averla concordata con i rappresentanti delle otto Province piemontesi, che ha incontrato il 13 dicembre a Torino unitamente all’assessore agli Enti locali, Elena Maccanti.

“Il ricorso alla Consulta - ha precisato Cota - sarà presentato non appena il decreto legge verrà approvato dal Parlamento. L’articolo che di fatto cancella le Province viola una norma della Costituzione, che non può essere cambiata per mezzo di un decreto legge. E c’è anche una violazione delle competenze delle Regioni per quanto riguarda le loro funzioni di coordinamento”.

Secondo Cota “le Province non sono un ente inutile e quest’operazione non produrrebbe né risparmi né razionalizzazione. E’ un taglio alla cieca, una toppa peggiore del buco: chi gestirà scuole e strade? Inoltre, potrebbe anche rivelare un disegno centralista: perché non si parla di eliminare le Prefetture? Vedo il il rischio che con i loro apparati le Prefetture possano assumere altre competenze, ma in questo modo si realizzerebbe un processo inverso al federalismo e al principio della sussidiarietà”.

La Regione e le otto Province hanno creato una cabina di regia sul tema degli enti intermedi. Venerdì 16 dicembre al direttivo dell'Upp (Unione Province piemontesi), al qualé parteciperà lo stesso Cota, verrà messa a punto una proposta per il ridisegno di questi enti.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.