Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

24/07/2012
Oltre 15 milioni per valorizzare i gioielli del Piemonte.

Ammontano a 15 milioni e 450.000 euro i contributi stanziati dalla Giunta regionale per valorizzare il patrimonio culturale dei territori con l’approvazione degli interventi finanziabili dal programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale sull'asse della riqualificazione territoriale.

Un impegno cospicuo, che permetterà il recupero, il restauro e la valorizzazione di strutture che compongono il sistema delle residenze sabaude e dei beni ad esse afferenti per contiguità territoriale. I contributi verranno anche destinati al sistema delle fortificazioni e dei castelli regionali, nonché alla rifunzionalizzazione del sistema museale scientifico per garantire una migliore fruizione degli spazi e per attivare nuovi percorsi educativi.

“Sono risorse importanti, provenienti dai fondi strutturali europei, che la Regione – sottolinea il presidente Roberto Cota - ha virtuosamente deciso di impiegare in progetti concreti e non estemporanei per il nostro patrimonio culturale ed ambientale. In un momento di grande difficoltà come questo, dove tante sono le priorità su cui la Giunta è impegnata, un aiuto in questo settore ci permette di poter concentrare le risorse regionali su misure che possano rispondere almeno in parte alle nuove emergenze create dalla crisi”.

Tra i progetti figurano il completamento del restauro della Palazzina di caccia di Stupinigi (finanziato con 1.800.000 euro), il recupero di parte del complesso monumentale di Santa Croce a Bosco Marengo (1.000.000), il completamento della riqualificazione del castello di Novara (900.000 euro), il recupero della Villa dei Laghi di Venaria Reale (1.700.000 euro stanziati). Alcuni dei nuovi interventi proposti si agganciano a iniziative già inserite in precedenti documenti di programmazione regionale e si sviluppano in aree sulle quali la presenza di valenze culturali, naturali e ambientali possono qualificare e promuovere un significativo sviluppo turistico, nonché elevare la qualità della vita e favorire l’attrattività delle varie zone.

“I territori devono poter offrire servizi di livello alla persone, per cui i beni culturali recuperati, restaurati e messi in rete, rappresentano uno straordinario fattore di competitività - dichiara l'assessore allo Sviluppo economico, Massimo Giordano - È sempre un grande risultato riuscire a trasformare immobili fatiscenti in strutture di pregio, riportando all’antico splendore opere a lungo dimenticate e innescando processi virtuosi per la nostra economia. La Regione, attraverso gli strumenti a sua disposizione, sosterrà sempre il recupero delle nostre eccellenze, finanziando progetti che siano seri ed efficaci. Ciò è possibile attraverso l’utilizzo dei fondi strutturali europei, che hanno tra i macro obiettivi la valorizzazione del patrimonio culturale e lo stimolo alle indispensabili attività imprenditoriali ad esso connesse, nonché la riqualificazione delle aree urbane in un’ottica di inclusione sociale, sviluppo economico e rigenerazione delle aree degradate”.

"Credo che si tratti della migliore dimostrazione di come questi investimenti in cultura volti a salvaguardare e valorizzare il nostro patrimonio - osserva l’assessore alla Cultura, Michele Coppola - rappresentino una priorità strategica della nostra azione di governo. Una volta terminati i lavori, è evidente la necessità di far vivere questi luoghi, esaltandone le ricadute occupazionali e le valenze turistiche".








Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.