Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

06/09/2012
Sanità: il Governo ha copiato il piano del Piemonte.

Il presidente della Regione, Roberto Cota, osserva che “nel decreto legge sulla sanità approvato dal Consiglio dei ministri, per la verità, sono stati ripresi alcuni punti del nostro Piano socio-sanitario e del nostro piano di governo”.
Cota cita in particolare il fatto che “per i medici H24 è stato copiato il nostro modello dei Cap, i Centri di assistenza primaria”.

La riforma del Piemonte fa dei Cap il primo punto di riferimento dei cittadini, in quanto si porranno come strutture polifunzionali dove raggruppare e coordinare le professionalità e i servizi dei distretti, in modo da fornire un’offerta più ampia ed un punto di riferimento nella fascia oraria giornaliera, estendendo la presa in carico anche nella fascia notturna e festiva tramite il servizio della continuità assistenziale. La sede del Cap - ubicata in strutture sanitarie riconvertite o in edifici messi a disposizione dagli enti locali - sarà il punto di riferimento dei medici di medicina generale di ciascun distretto, dei pediatri di libera scelta, dei medici specialisti convenzionati interni, dei medici dipendenti e dei medici di continuità assistenziale. Pur mantenendo il proprio ambulatorio, ogni medico svolgerà a turno parte della propria attività in modo coordinato presso il Cap, in modo da garantire una copertura dell’assistenza sanitaria nell’arco di 12 ore nei giorni feriali e 6 ore nei pre-festivi. Sarà così possibile consentire al cittadino una scelta maggiormente consapevole del servizio più appropriato alla sua esigenza assistenziale e farne una valida alternativa al pronto soccorso, riducendo il ricorso all’ospedalizzazione impropria. I Cap rappresenteranno anche una porta di ingresso ed un nodo di raccordo dei servizi distrettuali con le aree per anziani, materno-infanttile, della salute mentale e delle dipendenze.

“Per quanto riguarda il ruolo della politica rispetto alle nomine - ha aggiunto Cota - in Piemonte si è già voltato pagina e da noi l'unico obiettivo che hanno i direttori generali é portare avanti chi merita”

Secondo il presidente, il problema è un altro: “Invece di occuparsi di materie per larga parte di competenza regionale, peraltro solo quando fa comodo, perché le scelte scomode come la riconversione dei piccoli ospedali vengono scaricate sulle Regioni, il Governo dovrebbe garantire i fondi, questa sì, ad oggi, una competenza dello Stato. Questo Governo, infatti, ha fatto tagli inaccettabili che riducono le risorse in corso d'opera, inficiando così un importante lavoro
di programmazione”.







Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.