Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

13/09/2012
Inaugurato l’anno scolastico 2012-2013.

Mercoledì 12 settembre ha segnato il ritorno sui banchi di scuola oggi per oltre 500.000 studenti piemontesi. Ad inaugurare l’anno scolastico sono stati anche il presidente della Regione, Roberto Cota, e l’assessore regionale all’Istruzione, Alberto Cirio, ospiti a Novara della scuola elementare F.lli Di Dio e della scuola media Pier Lombardo.

”Anche quest'anno - ha dichiarato Cota - ho voluto partecipare all’apertura dell’anno scolastico per testimoniare un dato importante: la Regione Piemonte è al primo posto in tutte le graduatorie che si fanno dal punto di vista della qualità dell’istruzione. Questo significa che c’è un sistema che, grazie alla passione e alla professionalità degli insegnanti, funziona bene ed il governo regionale, nonostante le difficoltà legate ai continui tagli di risorse da Roma, ha deciso di investire tutto quello che ha a disposizione sulla scuola. Ad esempio, siamo intervenuti sull’edilizia scolastica per avere scuole più sicure, con ben 43 milioni di euro per interventi su varie strutture; abbiamo poi aumentato l’offerta formativa, mettendo a disposizione con fondi regionali più insegnanti per le zone disagiate e su determinate materie; a breve, infine, stipuleremo un accordo col Ministero dell’Istruzione per offrire maggiore supporto tecnologico ai nostri alunni, perché anche su questo fronte dobbiamo rimanere all’avanguardia. In conclusione, la Regione sta cercando in ogni modo di offrire ai piemontesi un sistema scolastico d’eccellenza, dove i nostri ragazzi possano costruire su fondamenta solide il proprio futuro”.

L’assessore Cirio si è soffermato sul fatto che “nonostante le difficoltà economiche dei bilanci delle Regioni, il Piemonte ha scelto di continuare ad investire in modo importante sul proprio sistema dell’istruzione, riconosciuto a livello internazionale tra i migliori d’Europa. Un sistema d’eccellenza che vede il rendimento degli studenti piemontesi di otto punti superiore alla media nazionale. Da pochi giorni si è chiuso il nuovo bando di edilizia scolastica, che entro il 2014 ci permetterà di intervenire su circa 200 istituti, compresa la costruzione di nuove scuole. La sicurezza, quindi, rimane una delle priorità, così come il rendere il nostro sistema scolastico sempre più tecnologico e all’avanguardia. L’anno che si è appena aperto vedrà il potenziamento degli strumenti informatici, dai tablet alle lavagne elettroniche, un modo per rendere la scuola al passo con i tempi e i nostri studenti sempre più preparati ad affrontare il futuro mondo del lavoro”.





Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.