Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

01/10/2012
Il 9 e il 18 ottobre grande jazz ad Alessandria.

Alessandria JAZZ club organizza, presso il Teatro Ambra di viale Brigata Ravenna 8, due serate di grande jazz, ad ingresso gratuito, con inizio alle 21.30.
In collaborazione con Comune e Provincia di Alessandria, Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria e Fondazione CRT, il palco del Teatro Ambra ospiterà, martedì 9 ottobre, Gianni Coscia & Rossano Sportiello Quartet con Gianni Coscia alla fisarmonica, Rossano Sportiello al piano, Stefano Profeta al basso e Paolo Franciscone alla batteria e, giovedì 18 ottobre, Curtis Lundy Quartet featuring Jesse Davis con Curtis Lundy al basso, Jesse Davis al sax, Richard Johnson al piano e Eric Kennedy alla batteria.

ROSSANO SPORTIELLO
È nato a Vigevano nel 1974 e dall'età di 16 anni si è esibito professionalmente nei locali jazz dell'area milanese affermandosi come il migliore "stride piano" che il leggendario pianista Barry Harris abbia, come da sua dichiarazione, mai ascoltato in vita sua.
La critica internazionale lo considera un seguace di Ralph Sutton e Fats Waller ma nel suo modo di suonare affiora anche l'influenza di altri grandi maestri quali Teddy Wilson, Art Tatum e Count Basie.
Di successo in successo, Sportiello ha varcato i confini nazionali e, fin dal suo primo viaggio negli Stati Uniti, è stato accolto con grande entusiasmo dal pubblico americano.
Nella sua brillante carriera si è esibito con i 'luminari' del mondo jazzistico ed il suo obiettivo è suonare il jazz rendendolo comprensibile a tutti gli ascoltatori.
È legato a Gianni Coscia da sincera stima e amicizia: insieme si sono già esibiti in diverse occasioni tra le quali il Festival di Francoforte e il Festival della Mente di Sarzana.

CURTIS LUNDY
Nato a Miami nel 1956, ha iniziato ad avvicinarsi alla musica suonando la batteria, ma all'età di 12 anni si è dedicato al contrabbasso. Dapprima, sulla scia delle band musicali allora in voga, si è dedicato al basso elettrico ma, ma a 17 anni, frequentando la High School, ha scoperto il magico suono del contrabbasso acustico. Ha poi studiato alla University of Miami.
A Miami ha avuto occasione di incontrare il grande sassofonista Bobby Watson con cui ha iniziato una collaborazione che dura tuttora.
Con Watson ha formato diversi gruppi suonando, fra gli altri, con George Coleman, Charlie Persip, Louis Hayes e Sam Rivers.
A New York Betty Carter lo ha chiamato ad unirsi al suo trio: con lei ha avuto modo di collaborare per anni e di suonare nel gruppo Betty's Jazz Ahead Students del quale fecero parte, tra gli altri, Geri Allen, Jack De Johnette e Dave Holland.
Frequentando questi artisti ha avuto modo di affinare il proprio stile e di trovare sempre nuove fonti di ispirazione. A New York ha suonato nei gruppi di Art Blakey e Johnny Griffin ma, indubbiamente, è da Betty Carter che ha ricevuto le più incredibili lezioni musicali: come penetrare nella musica che si sta suonando per interpretare sia motivi swinganti che ballads in modo da estrarre tutto il feeling che l'artista vuole creare con l'ascoltatore.
Per Curtis non è tanto importante far prevalere sugli altri musicisti la propria tecnica o effettuare lunghi assolo quanto sostenere gli altri musicisti fornendo un sostanziale contributo affinché tutti possano esprimere al meglio la propria musica.

ERIC KENNEDY
Nato a Baltimora, è stato spinto alla carriera musicale dai propri parenti tutti attivi in questo campo.
I primi contatti li ebbe con differenti generi musicali ma poi l'amore per il jazz lo spinse in questa direzione.
Ha iniziato la propria educazione musicale alla Baltimore School for the Arts dove ha studiato percussioni classiche e canto con la Baltimore Symphony Orchestra, Donna Di Stefani, Dr. Nathan Canter e Ms. Jewel Churn della Frederick Douglass High School.
Ha poi incrementato gli studi di percussione e tecnica con Billy Hart, Leroy Williams, Clayton Cameron e canto conTimothy Shepherd e Odell Wilson.
Ha, quindi, iniziato ed approfondito lo studio di armonia/teoria con Barry Harris.
Ha quindi suonato con Curtis Fuller, Phil Woods, Fred Wesley (James Brown's music director), Nnena Freelon, John Hicks, Richard Wyands, TK Blue, Eddie Henderson, Curtis Lundy, Joe Bonner, Carl Grubbs.
È membro del quartetto/quintetto di Bobby Watson ed è cofondatore di gruppi quali Dreamworld, Kinetic Sounds e Simply Eric con Eric Byrd e Eric Wheeler.
Kennedy svolge la propria attività di musicista (batteria, percussioni e canto), compositore ed insegnante.
Ha partecipato a concerti, festival e clinics in tutto il mondo e ha insegnato al Peabody Conservatory of Music Jazz Department e alla Baltimore City Public School.
Ha avuto riconoscimenti in occasione della Billie Holiday Vocal Competition e del Chick Webb Jazz Combo Competition.

JESSE DAVIS
Nato nel 1965 a New Orleans, ha studiato con Ellis Marsalis presso il New Orleans Centre for Creative Arts.
Già all'età di 11 anni aveva manifestato un particolare talento per la musica: il fratello Roger - suonatore di tuba - gli aveva regalato un sassofono e gli aveva praticato i primi insegnamenti sull'uso dello strumento.
Dopo gli studi con Ellis Marsalis, si è iscritto alla North-Eastern Illinois University per trasferirsi poi al William Patterson College in New Jersey ed, infine, presso la New School a New York dove si è indirizzato sul loro programma di Jazz and Contemporary Music.
Durante gli anni di studi ha ottenuto diversi premi e riconoscimenti, non ultimo il prestigioso "Most Oustanding Musician" al Down Beat Music Fest in Philadelphia.
Come sideman ha collaborato con Jack McDuff, Major Holley, Cecil Payne, Illinois Jacquet, Jay McShann, Chico Hamilton, Junior Mance, Kenny Barron, Tete Montoliu, Cedar Walton, Benny Golson, TanaReid, The Newport All Stars, Roy Hargrove, The Marlboro Super-band, Milt Jackson, Hank Jones, Wynton Marsalis e molti altri.
Dal 1993 ha iniziato tournées con il proprio quartetto in Europa dove, negli anni successivi, si è esibito anche con Phil Woods, Charles McPherson e Gary Bartz.
Ha partecipato anche come attore, nel ruolo dell'alto sassofonista Earl Warren, in "Kansas City" di Robert Altman.
Ha partecipato ad innumerevoli incisioni anche con Ray Brown e Milt Jackson.
La sua musica è stata descritta come "neo-bop" ma lui dichiara "voglio suonare con passione per ottenere sempre una musica nuova e coinvolgente".

RICHARD JOHNSON
Nato a Pittsburgh, ha iniziato lo studio del pianoforte all'età di cinque anni, spinto dal padre, pianista gospel in una delle chiese della città.
Dopo due anni alla Berklee School of Music, ha frequentato il Boston Conservatory dove ha conseguito un Master in Jazz Pedagogy.
Ha poi ottenuto un Artist Performance Diploma presso il Thelonious Monk Institute of Jazz Performance presso il New England Conservatory sotto la direzione di Ron Carter.
È divenuto in seguito membro del settetto di Winton Marsalis e della Lincoln Center Jazz Orchestra con collaborazioni nel triennio 2000/2003.
Ha fatto poi parte del quartetto di Russell Malone e del quintetto di Irvin Mayfield, ha collaborato al programma "Reach Agar" dedicato all'educazione alla musica jazz di giovani fra i 7 e i 17 anni e si è esibito in ogni parte del mondo sia come rappresentante dell'U.S. State Department che come membro di famosi gruppi come quelli di Bobby Watson, Curtis Lundy, Herbie Hancocke e Arturo Sandoval.
L'ultimo CD, "Battle Grounds", è stato realizzato nel giugno 2010.
Trae l'ispirazione più profonda dalla musica popolare che lo ha portato anche a suonare per "Jazz Alive", serie nella Twin Cities del Minnesota.






Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.