Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

06/03/2015
Nuovo traguardo per la riforma ospedaliera.

Giornata importante, quella del 5 marzo, per la sanità piemontese: la Regione ha ottenuto dal Ministero dello Sviluppo economico il parere positivo sulle due delibere sulla revisione della rete ospedaliera approvate ad ottobre ed a gennaio, con il conseguente sblocco immediato dei 900 milioni indispensabili per pagare i fornitori ed il via libera alle prime assunzioni di personale medico ed infermieristico negli ospedali.

L’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, può finalmente annunciare le risposte tutte positive che il Piemonte si attendeva: “Il presidente Chiamparino ha ottenuto l’anticipazione della riunione alla quale oggi il direttore Moirano, con i suoi più stretti collaboratori, ha portato gli ultimi atti della Regione, tra cui l’approvazione dei bilanci 2013 di tutte le aziende sanitarie, e Roma ha apprezzato lo sforzo di trasparenza sui conti che mancava da anni”.

I 900 milioni, che arriveranno entro due settimane nelle casse della Regione, secondo Saitta “saranno una boccata d’ossigeno per le imprese creditrici”.

Per quanto riguarda lo sblocco del turn over, in attesa di ricevere il verbale del tavolo di verifica e controllo con le quantificazioni puntuali e i tetti di spesa del personale per singola azienda, l’assessorato definirà con una delibera i criteri per individuare il riparto delle assunzioni “che non arriveranno a pioggia, ma dovranno essere prioritariamente destinate – anticipa l’assessore - ad aumentare la produttività nei reparti ospedalieri per ridurre le liste d’attesa. Ogni azienda però dovrà anche dimostrare di aver fatto quanto è nelle sue possibilità per utilizzare il personale con profili sanitari che oggi è destinato invece a compiti amministrativi”.

Una decisione accolta con soddisfazione anche dal presidente Sergio Chiamparino: "La sanità del Piemonte è tornata
credibile agli occhi del Governo. Mesi di lavoro puntuale, di risposte fornite al tavolo ex Massicci, di operazione
trasparenza sui bilanci delle aziende sanitarie ci hanno permesso di ottenere le prime vere risposte concrete e
positive. Il Governo ora guarda al Piemonte come a un interlocutore che sta facendo passi da gigante per uscire dal
piano di rientro dal debito sanitario. Ringrazio l'assessore Saitta, il direttore Moirano e i loro collaboratori: il fatto che il Piemonte sia la prima Regione in Italia ad aver approvato la revisione della rete ospedaliera secondo le regole del Patto della Salute è un risultato fino a poco tempo fa inimmaginabile".







Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.