Prima pagina | Invio comunicati/articoli | pubblicità nel portale Seguici su Facebook
Aggiungi ai preferiti
Le notizie
Tutte le news Sport
Cronaca Salute
Politica Scienza
Eventi Viabilità
Consumatori
.
Sport
VOLsport Valenzana
Formula 1 2015 /
.
Archivi notizie
2016 2015
2014 2013
2012 2011
2010 2009
2008 2007
Città di Valenza
La giunta Il comune
Uffici comunali Infrastrutture
Numeri utili Mangiare e dormire
Nella storia I Monumenti
Curiosità Album foto
Valenza su Youtube

Valenza gioielli
Valenza, la città degli orafi (1960)
Inaugurazione scuole (1940)
Valenza, gli eredi (1963)
Valenza racconta..
Valenza, Villa Pastore
Valenza su Facebook
Valenza la città Sei di Valenza se
Vigili del fuoco Avis Valenza
Cuore di zampa Valenza eventi
Valenza teatro /
Le ultime da Valenza ...
Valenza e Casale per i PPU
Nasceranno gli orti urbani.
Ex orafi denunciati per ricettazione.
Oro in tv senza dichiarare niente.
Nuovi limiti di velocità sulle strade.
Tentano furto in oreficeria, arrestati.
Ruba 1500 euro all' ex fidanzata.
Rapina a mano armata in centro.
L'acqua a 5 centesimi.
Un numero per le visite ed esami.
Il bilancio sulle nostre strade.
Comunicato AMV per i cassonetti
Sportello Unico Socio Sanitario.
Nuovo ambulatorio di Allergologia
Parte il riciclaggio dei rifiuti organici
Leggi la posta
Login Password
Hai dimenticato i tuoi dati?
Vuoi attivare TUONOME@valenza.it ?
contatta il centro servizi

09/11/2015
La Regione aderisce al Piano di azione e coesione.

La Giunta regionale si è riunita il 6 novembre per deliberare, su proposta dell'assessore alle Attività produttive, Giuseppina De Santis, alcune variazioni al programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013 finalizzate alla presentazione della domanda di adesione al Piano di azione e coesione (Pac). Si tratta di un’azione di salvaguardia, per un importo complessivo di circa 40 milioni di euro, di cui 31 di quota statale, per il finanziamento di alcuni interventi considerati di carattere strategico e che, a causa della loro complessità finanziaria e infrastrutturale, potrebbero richiedere tempistiche di realizzazione non compatibili con i termini di chiusura indicati dai regolamenti comunitari.

“Con lo strumento del Pac - commenta De Santis - si mettono al sicuro le risorse per i territori al fine di consentire la conclusione degli investimenti già programmati. Il Pac impegna i beneficiari a rilanciare le operazioni in ritardo. L’auspicio rimane comunque che tutti gli interventi possano essere portati a termine entro le tempistiche di chiusura fissate dalla Commissione europea, ma allo stesso tempo costruiamo un’opzione alternativa per evitare che, scaduto il termine e non potendo a quel punto più contare sulle risorse del Fesr, si determini un ulteriore aggravio sul bilancio regionale o su quello degli enti coinvolti, che sarebbero costretti a rimborsare gli interventi”.

I progetti che vengono finanziati in tale modo presentano impegni contabili vincolanti dell’amministrazione regionale nei confronti dei beneficiari degli interventi. I fondi sono destinati alla realizzazione di interventi di sostenibilità ed efficienza energetica e di riqualificazione territoriale. Con quest’ultima operazione si garantisce la conclusione della programmazione con il pieno assorbimento delle risorse e il conseguimento degli obiettivi della politica di coesione del Piemonte, che per tutti gli anni di programmazione ha sempre conseguito i diversi obiettivi di spesa annuali previsti dalla Commissione Europea. Il sistema regionale potrà poi dedicare tutte le energie all’avvio della programmazione 2014-2020.







Valenza on line© 2000-2016 |. Segnala eventi/articoli.| Prendi le notizie | Pubblicità nel portale
Il sito non é da considerarsi una testata giornalistica, pertanto non viene considerato un prodotto editoriale soggetto alla disciplina ai sensi della legge n. 62 del 7.3.2001. Le notizie pubblicate provengono da comunicati stampa fornite da agenzie e comuni sparsi nel territorio.